AW-326991948
top of page
  • Immagine del redattoreBilbò Academy

Business English: come fare small talk in inglese


small talk in inglese



Lo small talk è quel tipo di conversazione che si fa tra sconosciuti, come i vicini di casa o i conoscenti, che, solitamente, non va particolarmente in profondità. Sono molte le persone che non lo gradiscono, non sanno di cosa parlare con persone che conoscono poco o comunque preferiscono evitarlo in quanto raramente si avranno conversazioni particolarmente interessanti.


Tuttavia, lo small talk rappresenta un modo efficace per rompere il ghiaccio, stabilire connessioni personali e creare un'atmosfera confortevole in diversi contesti lavorativi e non. In altre parole, ogni bravo uomo o donna d'affari deve affinare l'arte dello small talk, sia in inglese quanto in italiano. È particolarmente utile durante incontri di networking, colloqui di lavoro, riunioni informali o eventi aziendali e per tale motivo bisogna prestargli la corretta attenzione.


Questo è particolarmente importante in un contesto in cui si parla inglese: lo small talk infatti è generalmente considerato più importante nella cultura anglosassone rispetto a quella italiana. Nella cultura anglosassone, come ad esempio negli Stati Uniti, nel Regno Unito o in Canada, lo small talk è un modo comune per avviare e mantenere conversazioni informali con persone sconosciute o con colleghi di lavoro. È visto come un mezzo per creare un ambiente confortevole, stabilire connessioni personali e dimostrare cortesia.


Oggi vi darò qualche dritta su come fare small talk in inglese.



Argomenti appropriati per lo small talk


Come già detto prima, molte persone sono intimidite dal fare small talk in quanto ritengono di non sapere cosa dire. Effettivamente, scegliere argomenti adeguati è fondamentale per avviare e mantenere una conversazione fluida.


In contesti formali, potete discutere di argomenti legati all'industria, all'economia o agli ultimi sviluppi nel settore, sempre rimanendo sul generico:


A: Good morning! How are you today?

B: Good morning! I'm doing well, thank you. How about you?

A: I'm great, thank you. Have you been following the latest market trends?

B: Yes, indeed. The recent surge in e-commerce has been quite impressive. What are your thoughts on it?


In contesti informali, potresti fare domande personali (ad esempio la provenienza) sport, viaggi, hobby o eventi attuali.


A: Hi there! How's it going?

B: Hi! Not too bad, thanks. Did you catch the game last night?

A: Yes, I did! It was an exciting match. Are you a fan of Milan?

B: Absolutely! I've been supporting them for years.


In ogni caso, ricorda di evitare argomenti controversi o troppo personali, come politica, religione o questioni finanziarie, in quanto sono argomenti su cui spesso si hanno opinioni molto contrastanti e si rischia di ritrovarsi a discutere. Questo è da tenere a mente soprattutto quando si parla in inglese, in quanto potresti interfacciarti a culture molto diverse e potresti, nei peggiori dei casi, risultare offensivo.


Un piccolo trucchetto per le persone più timide: gli esseri umani adorano parlare di sè.

Se hai paura di risultare noioso o poco interessante, o temi di non riuscire a portare avanti la conversazione, tutto ciò che devi fare è fare domande all'altra persona. Attenzione però: ciò non significa fare il quarto grado, ma "pilotare" la conversazione in modo da dare all'altra persona di parlare di ciò che le interessa (e vi assicuro conquisterete molte persone facendo i "buoni ascoltatori"!).


Approccio e linguaggio


Mantieni un atteggiamento aperto, cordiale e genuino durante lo small talk.

Non importa in quale lingua state comunicando, è fontamentale tenere a mente due regole fondamentali: sorridi sempre e impara i nomi dei tuoi interlocutori! Come ci insegna lo scrittore Dale Carnegie, professore e autore americano, “A person's name is to him or her the sweetest and most important sound in any language" (il proprio nome è per ognuno il suono più dolce in ogni lingua).


Utilizza un linguaggio chiaro e semplice, evitando termini troppo tecnici o formali.


Quando bisogna usare un linguaggio più formale o informale dipende dal contesto e dal rapporto con l'interlocutore. In situazioni più professionali, come incontri di lavoro o presentazioni formali, è consigliabile utilizzare un linguaggio più formale, evitando espressioni colloquiali o informali. Al contrario, in contesti informali come incontri sociali o eventi aziendali meno strutturati, è possibile utilizzare un linguaggio più colloquiale e informale per creare un'atmosfera più rilassata. È importante adattarsi al tono e al livello di formalità dell'interlocutore per garantire una comunicazione efficace e appropriata.

Insomma, non c'è un giusto o sbagliato, ma bisogna essere pronti a ogni possibilità.



Il modo migliore per imparare a fare small talk in inglese è....facendolo! Da Bilbò Academy, la scuola di inglese in pieno centro a Bologna, organizziamo sia corsi di business English, focalizzati sul linguaggio lavorativo, ma anche diversi corsi di conversazione, dove sviluppare competenze trasversali utili anche nel rapporto con colleghi e clienti. Puoi visitare il nostro sito cliccando su questo link.



Per qualunque informazione puoi contattarci:

  • alla nostra mail, hello@bilboacademy.it

  • su whatsapp, allo +39 353 423 5276

  • sul telefono fisso, 051 032 1693

  • di persona, nella nostra sede in via San Felice 18, a Bologna

  • oppure compila il modulo qui sotto:




12 visualizzazioni

Comments


bottom of page